Aggredisce moglie e figlio in casa con due martelli: arrestato

Violenze da due anni

immagine di repertorio

Un italiano di 63 anni residente a Candia Canavese è stato arrestato dai carabinieri della compagnia cittadina per maltrattamenti nei confronti della moglie di 61 anni e del figlio di 22 anni nella giornata di ieri, mercoledì 15 luglio 2020.

Quando i militari dell'Arma sono intervenuti, chiamati da un vicino di casa che aveva segnalato un litigio violento in un appartamento del condominio, hanno trovato l'uomo che impugnava due martelli, che sono stati sequestrati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna ha denunciato che le violenze fisiche e psicologiche duravano ormai da due anni. Lei e il figlio sono stati accompagnati all’ospedale cittadino dove sono stati medicati e dimessi con una prognosi di tre giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento