menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La zona dove è avvenuta l'aggressione

La zona dove è avvenuta l'aggressione

L'autista del bus non aspetta suo fratello, lei lo aggredisce

L'episodio a Priacco, frazione di Cuorgné. Una ragazza di 26 anni è stata arrestata dai carabinieri, a loro volta attaccati

Ha cercato di aggredire l'autista di un bus che aveva chiuso le porte del mezzo per ripartire dopo che aveva atteso per alcuni minuti l'arrivo del fratello della passeggera. Protagonista dell'accaduto, la sera di domenica 15 gennaio, una 26enne ivoriana ospite di un centro accoglienza di Borgiallo. I carabinieri l'hanno denunciata per resistenza a pubblico ufficiale.

L'episodio è avvenuto vicino alla stazione di servizio TotalErg di Priacco, frazione di Cuorgné, sulla ex statale 460. Qui, intorno alle 20, si era fermato il mezzo pubblico, diretto in valle Sacra. L'autista si era detto disponibile ad attendere qualche minuto, ma aveva fatto presente alla donna che avrebbe dovuto rispettare gli orari previsti dalla tabella di marcia. Quindi, non essendo arrivato il fratello, aveva chiuso le porte.

A quel punto la passeggera è andata su tutte le furie e ha costretto il conducente a chiedere l'intervento dei carabinieri. Quando gli uomini delle stazioni di Ronco Canavese e Rivarolo Canavese sono arrivati sul posto lei si è avventata anche contro di loro e a quel punto, inevitabile, è scattato l'arresto. Prima di finire carcere, la donna ha trascorso una notte all'ospedale di Cuorgné per precauzione.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento