Cronaca

Grattacielo Intesa, cercasi inquilini per riempire gli spazi vuoti

Bocciato dagli utenti di Tripadvisor che l'hanno classificato come l'opera più brutta nella storia di Torino, il grattacielo della San Paolo potrebbe addirittura diventare abitabile

Il grattacielo di Intesa San Paolo potrebbe diventare abitabile. Un paradosso se si pensa che è stato appositamente costruito per ospitare gli uffici del colosso bancario e che, nell'animo dei torinesi, rappresenta l'edificio più brutto nella storia della Città sabauda.

Ad avvalorare quest'ultima tesi, la recente recensione di Tripadvisor, il portale web che ospita i commenti di visitatori e turisti, che non si sono risparmiati in commenti sgradevoli su questo "parallelepipedo" che, di fatto, rovina, e non poco, lo skyline torinese.

Ora, in tempo di crisi, parte dei 37 piani dell'edificio potrebbero essere addirittura affittati ad inquilini privati attraverso un affitto a riscatto. Ad occuparsi della faccenda, una nota società di intermediazioni immobiliare, incaricata di trovare clienti interessati a coabitare, insieme al personale della San Paolo, la torre di corso Vittorio Emanuele II.

Per i possibili acquirenti si tratterebbe di una vendita differita nel tempo, poichè, per statuto ed accordi "nessun lotto del grattacielo può essere venduto prima di 5 anni a fare data dalla sua messa in esercizio".

In quest'ottica il grattacielo forgiato dalla mente di Renzo Piano e costato circa 350 milioni di euro, potrebbe addirittura diventare abitabile ed offrire, in ogni caso, sistemazioni altamente prestigiose.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grattacielo Intesa, cercasi inquilini per riempire gli spazi vuoti

TorinoToday è in caricamento