Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

Rubato un aereo dall'aeroporto di Novi Ligure, ladro bloccato in Francia (con minaccia di abbattimento)

Il velivolo, che ha sempre volato a bassa quota per non essere intercettato, ha bloccato lo scalo di Nizza per mezz'ora e ha sorvolato una base navale militare, provocando l'inevitabile reazione dell'aviazione

Un aeroplano da turismo Cessna 172 (nella foto sopra scattata da Mattia De Bon) è stato rubato la mattina di mercoledì 30 marzo 2022 dall'aeroporto turistico Mossi di Novi Ligure (nella foto sotto) e ha viaggiato, sempre a bassa quota per non essere intercettato, prima su Alessandria, poi verso la Liguria e infine sulla Costa Azzurra e sulla Provenza, dove è stato fermato dall'aviazione francese che ha minacciato di abbatterlo. In Italia le indagini sono affidate ai carabinieri della stazione cittadina, a cui il personale dello scalo ha sporto denuncia una volta informato dell'accaduto.

L'aeroporto di Nizza è stato chiuso per mezz'ora visto che il volo non era stato identificato, mentre un aereo Mirage 2000 si è levato in volo dopo che il velivolo sospetto ha sorvolato anche la base militare navale di Tolone, dove sono ancorati anche sommergibili nucleari. Il pilota-ladro è poi stato scortato da un elicottero Fennec e costretto ad atterrare, al secondo tentativo, all'aerodromo Aix-Les-Milles, vicino ad Aix-en-Provence. Il velivolo potrebbe avere subito dei danni in fase di atterraggio, dopo avere rimbalzato un paio di volte.

L'aereo, che ha la siglia slovena S5DSE, è di proprietà della scuola di volo Bepilot (che ha sede nell'aeroporto di Novi) e ha un'autonomia di circa 1.200 chilometri, ha volato tre ore e 20 minuti. Dopo l'atterraggio il ladro, uno slovacco di 33 anni senza documenti, è stato arrestato e portato in un carcere militare. Secondo i media francesi non ha detto una parola, non aveva scarpe e indossava solo le calze. Aveva con sé solo una lettera scritta in inglese (non ne è stato diffuso il contenuto) che è stata sequestrata. Durante il tempo in cui ha attraversato lo spazio aereo italiano, invece, non è stato segnalato da nessun radar o torre di controllo benché il suo volo sia stato tracciato.

Il personale dell'aeroporto di Novi si è accorto del furto, avvenuto poco prima delle 7, solo circa tre ore dopo proprio perché ha ricevuto un avviso di violazione dello spazio aereo dall'aviazione militare francese. La cosa è stata talmente unica e sorprendente che inizialmente i responsabili dello scalo hanno pensato a uno scherzo. Solo in un secondo tempo si sono accorti che l'hangar dove avrebbe dovuto essere il velivolo era vuoto.

ingresso-aeroporto-mossi-novi-ligure-220331-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubato un aereo dall'aeroporto di Novi Ligure, ladro bloccato in Francia (con minaccia di abbattimento)
TorinoToday è in caricamento