rotate-mobile
Cronaca Corio

L'aeronautica ammette la presenza di caccia nei cieli. Appassionati di Ufo, sarà per la prossima volta

Rumore dovuto a un guasto

Adesso è ufficiale: c'erano due caccia militari nei cieli di Corio la sera dello scorso 6 giugno 2018. E hanno effettivamente disturbato i residenti con un boato che ha fatto tremare i vetri delle case.

L'Aeronautica Militare, interpellata dal procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha risposto ammettendo la presenza di due Tornado impegnati in un'esercitazione. Il rumore anomalo percepito dai residenti è stato dovuto a un guasto tecnico.

La forte luce che i due velivoli inseguivano era proprio il loro obiettivo, realizzato con un puntatore luminoso. Ma qui entramo nel campo delle simulazioni militari.

Nessun Ufo dunque: come previsto, erano tutte farneticazioni o fandonie da apprendisti stregoni o, ancor peggio, da approfittatori di persone oltremodo credulone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'aeronautica ammette la presenza di caccia nei cieli. Appassionati di Ufo, sarà per la prossima volta

TorinoToday è in caricamento