Cronaca Lucento / Via Forlì

L'appello dell'angelo delle popolari: "Manca il cibo per i poveri"

Il punto di riferimento del comitato inquilini di via Forlì chiede una mano al quartiere. Per gli indigenti, infatti, le donazioni sono sempre meno

Se la domanda – lo sappiamo bene - non manca mai, lo stesso non possiamo dire dell’offerta. Ne sa qualcosa Adamo Tambone, 79 anni, il punto di riferimento del comitato inquilini di via Forlì e di tutto il quartiere Lucento. Da trent’anni noto per la sua attitudine verso il prossimo Adamo ha bisogna ora che qualche anima pia lo aiuti a portare avanti il suo progetto di assistenza agli indigenti. Da qualche giorno, sul tavolo dove raccoglie con pazienza i viveri, spiccano solo più i pacchi di pasta e i pelati che dovranno essere presto consegnati agli indigenti del quartiere.

Donazioni non sufficienti secondo il pensionato arrivato a soli 16 anni a Torino partendo da un paesino della provincia di Bari. Storie d’altri tempi insomma. Ma proprio le fatiche di gioventù hanno sempre convinto l’anziano della necessità di aiutare chi se la passa peggio. “Ho una lista di persone in attesa molto lunga, direi che sfiora le cinquanta unità – racconta l’uomo, scartabellando tra i suoi quaderni -. Io da solo non riesco ad accontentare tutti. Molto del cibo che c’è oggi nella sede del comitato l’ho comprato io. E questo perché le donazioni sono sempre meno”.

Pacchi di pasta, sugo, latte e legumi vengono consegnati nel periodo pasquale, durante le vacanze estive e sotto le feste di Natale al posto delle tradizionali uova al cioccolato o dei regali. Ed è Adamo stesso che d’estate preferisce non andare in vacanza al mare o in montagna, e non riposarsi, per evitare che qualcuno possa soffrire o trovarsi il frigo vuoto in una torrida giornata estiva. Perché chi lavora per gli altri – ripete sempre Adamo - non si concede mai delle pause.

“Mi comporto in questo modo perché sono convinto che sia la cosa più giusta – spiega ancora Adamo -. Ma non posso che esprimere la mia preoccupazione per la mancanza di molti beni di prima necessità”. Se qualcuno volesse offrire del cibo può contattare Adamo in qualunque istante, anche in forma anonima, recandosi presso il comitato inquilini delle case popolari di via Forlì e di via Verolengo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello dell'angelo delle popolari: "Manca il cibo per i poveri"

TorinoToday è in caricamento