Cronaca

Ex Bertone, Chiamparino: "Mi auguro sia una rottura tattica"

Il sindaco di Torino spera ancora che Fiat e sindacati trovino un accordo: "All'ex Bertone la Fiom conta il 65% degli iscritti, il sindacato può essere responsabilizzato"

C'è chi, come Sergio Chiamparino, spera che all'ex Bertone la situazione, tesissima, possa ancora risolversi in modo positivo e che Fiat e sindacati trovino un accordo.

"Mi auguro che la rottura di oggi sia di tattica sindacale. L'azienda - dice il sindaco di Torino - ha presentato lo stesso progetto di Mirafiori; la Fiom la sua proposta, entrambe le cose sono state rigettate"

"Se così non fosse - continua Chiamparino - sarebbe un errore della Fiat. Perché Bertone è un'azienda diversa rispetto alla Fiat e soprattutto perche lì la Fiom conta il 65% degli iscritti. Ciò può essere un vincolo ma anche un'opportunità: visto questo grande peso, il sindacato può essere responsabilizzato".


"Questo discorso regge alla condizione che un minuto dopo l'eventuale intesa - ha affermato Chiamparino - si apra un tavolo con Confindustria e Federmeccanica per un nuovo contratto dell'auto. Credo che questa sia una prospettiva aperta; chi ha responsabilità in azienda, politica e sindacato deve fare sentire la sua voce. Bertone - ha concluso Chiamparino - può essere uno snodo decisivo per gli investimenti futuri di Fiat nell'auto e per il progetto complessivo di Fabbrica Italia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Bertone, Chiamparino: "Mi auguro sia una rottura tattica"

TorinoToday è in caricamento