Rivolta contro Barattolo, Appendino si difende "Problema di tutta Europa"

Bagarre in Sala Rossa

Immagine di repertorio

La tragedia al Barattolo di via Carcano ha avuto ripercussioni anche in consiglio comunale dove sia la sindaca Appendino, che gli assessori Finardi e Giusta, hanno risposto in aula su quanto successo alle ore 7.30 di domenica 15 ottobre.

Tutti contro la Città

Da una parte si sono schierati i consiglieri di minoranza che hanno attaccato la giunta, nonostante l’alt al mercato arrivato per le prossime due settimane. “Troppo poco. Quella porcheria va chiusa, si vende merce illegale, non ci sono i controlli, questa realtà non deve più esistere. Diamo voce ai cittadini con un referendum” le parole pronunciate dal capogruppo leghista, Fabrizio Ricca.

Una bordata arrivata dopo i racconti dell’assessore Finardi e la replica di ViviBalon, secondo cui “quel 27enne, autore dell’omicidio, non sarebbe né un venditore né un cliente del mercato”. Nessuno lo aveva mai visto prima che accoltellasse alla gola Maurizio Gugliotta, 52enne di Settimo. “A nome della Città esprimo sentite condoglianze alla famiglia della vittima – ha dichiarato Finardi -. Ringrazio gli uomini della Polizia Municipale, intervenuti tempestivamente, che hanno arrestato l’omicida. Attendiamo fiduciosi i risultati delle indagini”.

Una soluzione per Barattolo

Quello del 'mercato del libero scambio è un tema che “non può essere affrontato dimenticando che è legato a tre questioni: sicurezza, povertà e immigrazione. Ed è impensabile che un sindaco da solo possa risolvere il problema”. A dirlo ci ha pensato la sindaca Chiara Appendino ribadendo come “quello del mercato del libero scambio sia un problema europeo a cui noi stiamo cercando di trovare una soluzione”. 

Il mercato di libero scambio, nato come provvisorio, non ha ancora una sua identità. E da anni comitati e associazioni protestano chiedendo lo scioglimento dello stesso. O, in alternativa, un suo spostamento in un luogo idoneo. Non ancora trovato. “Quel che è successo al Barattolo poteva succedere a Porta Palazzo o altrove, ma ora quello spazio bisogna chiuderlo perché non andava neppure aperto, né lì, né altrove” ha dichiarato Osvaldo Napoli di Fi mentre Lo Russo ha parlato di “approssimazione imbarazzante” attaccando ancora la Città. “Volevate portare il mercato al ponte Mosca e solo grazie a noi non è successo”. La parola passerà ora alla magistratura mentre Fdi avrebbe già indetto, per domenica, una manifestazione di protesta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Mezzi pubblici: quattro ore di sciopero in arrivo, disagi per gli utenti

Torna su
TorinoToday è in caricamento