Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Aurora / Via Carlo Pedrotti

Ladri di rame e disperati. Degrado negli ex uffici Enel di via Pedrotti

I locali sono abbandonati da anni ma da qualche settimana è cambiato qualcosa. I delinquenti hanno preso di mira la palazzina, lo raccontano i residenti che hanno visto uscire dagli uffici di via Pedrotti dei misteriosi personaggi

Occupazioni abusive e furti notturni, dal solito rame passando per mobili ed elettrodomestici. Negli uffici dell’Enel di via Pedrotti 9 il degrado è diventato il padrone di casa. Da alcuni mesi, infatti, misteriosi viavai stanno turbando la tranquillità dei residenti. Gli uffici, a dirla tutta, sarebbero chiusi da sei anni.

Eppure tra i locali dismessi continuano ad andare e venire decine e decine di persone. Peccato solo che non si tratti di operatori o di tecnici bensì di ladruncoli e di abusivi, in particolare extracomunitari e zingari. Questo stando alle dichiarazioni del quartiere. La scoperta sarebbe arrivata giorni fa dopo un furto di rame e la denuncia alle forze dell’ordine. I delinquenti avrebbero trovato il modo di entrare nei palazzi abbandonati senza farsi troppo notare. Passando da una finestra situata al piano rialzato. Aperta quel che tanto che basta per permettere il passaggio di una persona. Non bastasse questa prova ci pensano le numerose impronte delle scarpe sul muro a dissipare ogni dubbio.

"Una settimana fa abbiamo visto delle figure che si aggiravano per quei locali mentre l’altro giorno ho intravisto due uomini che uscivano dalla finestra con dei sacchi", racconta senza timore un residente. Ma i ladri, stando a quanto riferito dai cittadini, non sarebbero gli unici ospiti. Da giorni per accedere in via Pedrotti è sufficiente spingere il cancello situato quasi all’angolo con via Padova. "Qualcuno ha spaccato il lucchetto ma non sappiamo chi", riferisce Alessandro, una delle sentinelle del quartiere borgo Aurora.



Sull’ennesima emergenza abusivismo sta lavorando anche la consigliera del Pdl della circoscrizione Sette Patrizia Alessi che ha presentato un documento chiedendo spiegazioni su quello che sta accadendo negli ex uffici dell’Enel. "La gente ci sta segnalando diversi movimenti sospetti – racconta Alessi -. Noi abbiamo già provveduto ad allertare le forze dell’ordine perché vogliamo che il pericolo di una nuova occupazione venga stroncato sul nascere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri di rame e disperati. Degrado negli ex uffici Enel di via Pedrotti

TorinoToday è in caricamento