Cronaca Crocetta / Via Paolo Sacchi, 1

Via Sacchi, abbattuti alcuni platani per la costruzione del parcheggio di Porta Nuova

Il progetto per la nuova autorimessa è stato studiato in modo da salvare gli ippocastani di corso Vittorio Emanuele II, ma non è stato possibile mantenere il filare di platani in via Sacchi

La società Grandi Stazioni ha iniziato i lavori di realizzazione del parcheggio interrato della stazione di Porta Nuova, su un’area di sua proprietà: la nuova autorimessa ospiterà 242 auto su 4 piani interrati, e la sistemazione superficiale riguarderà circa 5000 metri quadrati dei quali 3000 saranno spazi pubblici parzialmente sistemati a verde o pavimentati in pietra ed i rimanenti 2000 circa saranno utilizzati per viabilità ed accessi al parcheggio.

Il progetto è stato studiato in modo da salvare le piante di ippocastano sul lato di corso Vittorio Emanuele II, mentre non è stato possibile mantenere il filare di platani lungo via Sacchi, che per le loro dimensioni non potevano nemmeno essere trapiantati: gli alberi sono quindi stati tagliati in questi giorni.


Grandi Stazioni compenserà l’abbattimento sulla base del valore ornamentale degli alberi, secondo quanto previsto dal regolamento del Verde Pubblico e Privato, mettendo a dimora altri alberi sul luogo ed in aree limitrofe. I lavori proseguiranno nei prossimi giorni con la bonifica bellica dell’area, necessaria per potere successivamente eseguire gli scavi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Sacchi, abbattuti alcuni platani per la costruzione del parcheggio di Porta Nuova

TorinoToday è in caricamento