menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pericolo frane sul lungo Po, al via l'abbattimento per 180 alberi

Sul lungo Po Antonelli sono partiti i lavori di risanamento delle sponde. Il cantiere durerà due settimane. Particolare attenzione verrà data all'avifauna e alle nutrie

A causa del pericolo di caduta di 180 alberi sono iniziati gli attesi interventi di risanamento delle sponde del lungo Po Antonelli. Un cantiere della durata di due settimane, fortemente voluto dall’assessorato al Verde del Comune di Torino, che i residenti del quartiere Vanchiglietta avevano chiesto a seguito degli scorsi temporali estivi. I lavori inizieranno lungo il ponte Sassi e proseguiranno fino al ponte Regina Margherita. Verranno abbattuti tutti gli alberi pericolanti e sfoltiti gli altri arbusti.

Ai ciclisti e ai residenti della zona verrà chiesto di prestare particolare attenzione alle aree di cantiere. L’unico punto interrogativo riguarda le nutrie che da alcuni mesi si sono insediate stabilmente sulle sponde del Po, nei pressi del parco Michelotti. Si tratta di animali vegetariani conosciuti come grandi consumatori. Ma la nutria è considerata anche una piaga poiché le sue tane sono in grado di danneggiare dighe e sistemi di irrigazione.

“Terremo conto della loro presenza e delle tane” hanno dichiarato dal Verde Pubblico. In pericolo anche l’avifauna. Ma l'intervento – spiegano dal Comune - si dovrebbe concludere entro il periodo di nidificazione degli uccelli. Sul lungo Po verranno anche posizionati dei cartelli che indicheranno il divieto temporaneo di accesso alla sponda fluviale, ovviamente solo nei punti di cantiere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento