Fototrappole con videocamera per immortalare chi lascia i rifiuti dove è vietato: multe e denunce

Sette casi in una settimana, uno al giorno

Isola ecologica ripresa dalle telecamere

Per un corretto utilizzo delle isole ecologiche e per far fronte al continuo abbandono di rifiuti ingombranti dove capita, il comune di Settimo Torinese ha deciso di correre ai ripari con interventi su più fronti. Recentemente sono state installate alcune fototrappole con videocamera, nei pressi delle isole ecologiche e in altri punti della città, che solo nell’ultima settimana hanno individuato 7 casi di persone che abbandonavano immondizia dove è vietato. Il materiale video è stato trasmesso alla polizia municipale che sta procedendo a emettere le sanzioni e, nei casi più gravi, le denunce a carico dei responsabili.

“È il momento di dire basta – dichiara l'assessore all'ambiente Alessandro Raso –. Vogliamo una Settimo più pulita e stiamo agendo su più fronti, investendo ad esempio su nuovi cestini per sostituire quelli danneggiati e implementare quelli esistenti. Poi, da un lato, ci battiamo ogni giorno con Seta per avere un servizio di raccolta più efficiente. Dall'altro, abbiamo avviato una campagna di controlli e sanzioni che finalmente sta cominciando a dare i suoi frutti. È importante che la gente sappia che l'immondizia non si abbandona, ci sono delle regole e vanno rispettate. Le isole ecologiche vanno utilizzate correttamente, e i rifiuti ingombranti non vanno scaricarli dove capita. Seta ha un servizio gratuito di raccolta: bisogna solo avvisare la società e compilare i moduli seguendo le indicazioni sul sito”.

Individuare i responsabili degli abusi ha consentito al Comune di risparmiare i soldi per la pulizia, soprattutto in caso di abbandoni consistenti nelle zone periferiche dove si formano le discariche abusive. I controlli video con le fototrappole proseguiranno e si affiancheranno all'attività ordinaria della polizia municipale e degli ispettori, con l'obiettivo di contrastare comportamenti incivili di cui paga il prezzo tutta la comunità. Conclude l'assessore all'ambiente: “Le multe sono uno strumento necessario perché passi il messaggio giusto: bisogna che tutti facciano la propria parte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Come sarà l’inverno in Piemonte? Arriva la neve a dicembre? Risponde il meteorologo di 3bMeteo

Torna su
TorinoToday è in caricamento