menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un video e una telefonata: perché gli investigatori credono che Viviana e Gioele fossero insieme

Un nuovo video vicino al distributore di Sant'Agata di Militello e una telefonata al 112 danno nuovi spunti sulla presenza del piccolo Gioele

Ormai gli inquirenti non avrebbero più dubbi: Viviana Parisi, la dj torinese trovata morta nei giorni scorsi a Caronia, era con il bimbo in autostrada quando c’è stato l’incidente e lei si è defilata col piccolo Gioele in braccio. Lo riporta Messinatoday che ha raccolto importanti interviste nelle ultime ore.

"Iniziamo a ritenere che il piccolo Gioele fosse con la madre" quando è passata in auto da Sant'Agata di Militello. Lo ha detto il procuratore di Patti, Angelo Vittorio Cavallo, parlando con i giornalisti all'ingresso della procura del centro tirrenico. Un'ipotesi avvalorata da alcuni video registrati dalle telecamere di sorveglianza a Sant'Agata di Militello, lo scorso 3 agosto, quando Viviana Parisi è passata dalla cittadina tirrenica prima di fare perdere le sue tracce. Oltre la telefonata che sarebbe arrivata nell’imminenza al 112, anche se dei testimoni non c’è più traccia, di un papà con figlio con accento nordico o straniero che avevano subito segnalato la presenza della donna con un bambino in braccio che camminava nel percorso autostradale dopo la galleria di Pizzo Turda in cui è avvenuto lo scontro con il furgone di alcuni operai, c’è anche una telecamera privata di Sant’Agata Militello, vicino al distributore di benzina dove la donna sarebbe andata a fare rifornimento, in cui si vedrebbe anche il bambino.

Ulteriori elementi investigativi che farebbero propendere verso la quasi certezza (sono tanti ancora gli elementi da valutare) che mamma e figlio si siano avventurati insieme nel fitto bosco di Caronia dove poi Viviana è morta. Incidente? Suicidio? Ancora dall’autopsia non ci sono elementi certi ma fratture sul corpo del cadavere e altri piccoli elementi hanno fatto sbilanciare l’avvocato della famiglia che ha ipotizzato che la dj 43enne si sia arrampicata sul traliccio e poi sia caduta o si sia poi buttata giù. E il piccolo Gioele? Si è smarrito? Era già accaduto qualcosa di grave in auto prima dell'incidente che ha spinto poi la donna a dileguarsi? 
 
Gli investigatori parlano di "interessanti dettagli" del passaggio dell'Opel Corsa a Sant' Agata di Militello, nuovi elementi che spingono a far concentrare ancora di più le ricerche nell’area già battuta in questi giorni a Caronia. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento