Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Ivrea / Via Cesare Pavese, 2

"Vai dai carabinieri a denunciare papà": figlia coraggio salva la mamma

Dopo 18 anni di violenze

Se sua madre è riuscita ad avere il coraggio di andare dai carabinieri a denunciare 18 anni di vessazioni, minacce e, soprattutto, botte, lo deve a sua figlia, di soli 11 anni.

E' lei, infatti, che le ha fatto capire come fosse arrivato il momento di andare via, di staccarsi da quell'uomo così violento. Nella maggior parte dei casi per futili motivi. Sia nei riguardi della moglie. Sia nei riguardi della stessa figlioletta, una volta buttata giù a terra. 

E, in alcuni casi, quella violenza portava la bambina a stare male, a scappare in camera, a farsi i bisogni addosso dalla paura.

Così la decisione di scappare via, utilizzando il baule della macchina del titolare dell'azienda dove la madre lavora, andando a denunciare il tutto in caserma, così come voleva la figlioletta.

Soprattutto dopo quella minaccia: "Sarete solo mie. Vi brucerò in caso contrario", come ha detto in tribunale la donna durante il processo.

Alla sbarra, a Ivrea, finisce così un 44enne di nazionalità romena, la stessa della ex moglie. Per lui l'accusa è di maltrattamenti aggravati e continuati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vai dai carabinieri a denunciare papà": figlia coraggio salva la mamma

TorinoToday è in caricamento