Cronaca

L'assicurazione pagata al broker assicurativo di Torino era fasulla: denunciati due truffatori

Automobilisti di Ravenna lo hanno scoperto dopo aver ricevuto la multa

Volevano spendere meno per l'assicurazione della loro auto. E così, un 25enne di Solarolo e un 38enne di Faenza, Comuni entrambi in provincia di Ravenna, avevano deciso di controllare le offerte presenti su internet. Imbattendosi poi in un'agenzia di brokeraggio di Torino.

I due, dopo aver chiesto un preventivo, avendolo ritenuto vantaggioso, hanno pagato qualche centinaio di euro, sicuri del buon affare e convinti di essere assicurati.

Ma, dopo essere passati sotto le telecamere "Ocr", che controllano le targhe dei mezzi, ecco l'amara scoperta: tutti e due i mezzi erano privi di assicurazione. E così, gli agenti della polizia locale, nei giorni scorsi, hanno inviato ai rispettivi automobilisti la sanzione per l'assenza di copertura assicurativa, così come prevede il Codice della Strada.

Quando hanno ricevuto la multa, i due sono rimasti senza parole, chiedendo subito spiegazioni. E mostrando le polizze assicurative.

Dopo un breve controllo è emerso che il 25enne e la 38enne erano in possesso sì di tagliandi assicurativi, ma fasulli.

Ne è nata una indagine, fatta di controlli sui conti correnti, comunicazioni telefoniche, polizze assicurative, mail e documentazioni varie.

Le indagini del nucleo polizia giudiziaria della Polizia locale sull’utenza telefonica del fantomatico ‘Ufficio preventivi’ della compagnia di Torino, dotata però di una elegante pagina internet dove risultano essere stati poi versati e quindi incassati i soldi delle truffe, hanno portato a due persone, residenti a Napoli, che risultano già gravate da analoghi precedenti.

I titolari delle carte ricaricabili sono stati denunciati per truffa alla Procura di Ravenna. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assicurazione pagata al broker assicurativo di Torino era fasulla: denunciati due truffatori

TorinoToday è in caricamento