Comprano un terreno e sotto terra trovano buoni fruttiferi per 40 milioni di lire

La municipale cerca i legittimi proprietari

Immagine di repertorio

Quel terreno lo avevano comprato pochi giorni prima, nella zona del villaggio Sangone. 

Mai e poi, quella coppia di Rivalta, avrebbe pensato che, sotto a quella terra, potessero trovare una busta contenente una serie di buoni fruttiferi dello Stato emessi negli anni '80.

Un pacchetto dal valore di 40 milioni di lire. Una cifra importante per l'epoca e che ora, con la rivalutazione e gli interessi, potrebbe raggiungere il centinaio di migliaia di euro.

Quella coppia, dopo aver compreso cosa avesse trovato, ha subito contattato la polizia municipale di Rivalta, denunciando l'accaduto. Ora gli agenti, coordinati dal comandante Giulio Facchini, stanno cercando il proprietario di quei buoni o qualche suo erede. Ma potrebbe essere solamente questione di ore.

Non è la prima volta che a Rivalta avviene un caso di questo genere. L'anno scorso, infatti, una donna aveva trovato sul marciapede ben 2.500 euro all'interno di una busta: si trattava di una somma che un pensionato aveva prelevato tramite il bancomat e che sarebbero stati il regalo da destinare al figlio per le nozze. Anche in quella circostanza, la somma venne consegnata alla municipale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Dieta, metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunciare ai propri alimenti preferiti

Torna su
TorinoToday è in caricamento