Cronaca Nizza Millefonti / Piazza Polonia, 94

Tragedia del Mottarone: 14 morti, tra cui un bambino. Al Regina Margherita di Torino si prova a salvare la vita dell'altro bambino

È in gravi condizioni

La funivia caduta a terra a Stresa

Sono stati portati, in elisoccorso, all'ospedale Regina Margherita di Torino, poco fa, domenica 23 maggio 2021, i due bambini che sono stati estratti ancora vivi dopo la caduta della funivia Stresa-Alpino Mottarone

Nella tarda mattinata odierna, verso le 12.30, la fune dell'impianto ha ceduto quando mancavano 100 metri all'arrivo. Sono 14 i morti, tra, cui un bambino sugli 8 anni. 

Due feriti sono in gravi condizioni. 

L'impianto aveva riaperto lo scorso 24 aprile 2021 e solamente in questi ultimi fine settimana i turisti erano tornati a visitare questa zona. 

Il primo bambino, dell'apparente età di cinque anni, è arrivato in ospedale cosciente con un politrauma cranio-toracico-addominale e fratture agli arti inferiori.

Il secondo bambino, invece, dopo essere stato rianimato, è morto poco fa a seguito di  un grave trauma cranico oltre ad un trauma toracico e fratture agli arti.  

Cirio, Carosso e Gabusi in viaggio verso Stresa

“Siamo sconvolti per l’incidente avvenuto oggi sulla funivia Stresa-Mottarone. Ci stringiamo forte alle famiglie delle vittime e preghiamo per i due bambini feriti con ogni speranza possibile nel cuore. È una tragedia enorme che ci toglie il fiato. La Protezione civile regionale è sul posto per aiutare i soccorsi e dare tutto il proprio sostegno”.

Sono le parole del presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, in viaggio verso Stresa con il vice presidente Fabio Carosso e l’assessore ai Trasporti e alla Protezione Civile, Marco Gabusi.

+++NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO+++

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia del Mottarone: 14 morti, tra cui un bambino. Al Regina Margherita di Torino si prova a salvare la vita dell'altro bambino

TorinoToday è in caricamento