Schiuma sospetta nel torrente: trovati alcuni pesci morti. Il Comune chiede l'intervento dell'Arpa

Dopo l'indagine della municipale

I pesci morti nel torrente Sangone

Dovrà essere l'Arpa Piemonte a fare chiarezza sulla schiuma che da qualche giorno è presente nel torrente Sangone, all'altezza del ponte Marchiaro a Nichelino.

Ed è probabilmente a causa di quella schiuma che sono morti alcuni pesci, affiorati domenica scorsa, 19 luglio 2020.

La situazione, tenuta d'occhio da Palazzo Civico, è stata segnalata dalla polizia municipale - che ha già avviato una indagine in merito - proprio all'Arpa.

Dalle prime indagini sembrerebbe che lo sversamento del liquido sia avvenuto ben più a monte di Nichelino.

"Siamo molto arrabbiati. Stiamo monitorando la situazione e l'Arpa sta svolgendo le sue indagini per scoprire eventuali responsabilità", spiegano il sindaco Giampiero Tolardo e l'assessore all'Ambiente, Valentina Cera, che aggiungono come non daranno tregua "finché non avremo scoperchiato tutta la verità. Il sospetto è che si tratti di un grave crimine ambientale di cui chiederemo conto nelle sedi opportune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento