Cronaca

Terrorismo, torinese arrestato: apparterrebbe a un gruppo sudamericano autore di 100 attentati nel mondo

Operazione della Polizia di Stato

Stamattina, giovedì 31 marzo 2022, nell'ambito della "Operazione Misantropia", la Polizia di Stato ha arrestato un uomo di 47 anni di Torino: per lui le accuse sono di partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo.

Stante l'accusa, apparterrebbe all'organizzazione Individualistas Tendiendo a lo Salvaje (I.T.S.), formazione nata in Sud America e ritenuta dagli inquirenti, responsabile di oltre 100 attentati in diverse parti del mondo ai danni di persone e strutture ritenute simbolo della civilizzazione (università, apparati di comunicazioni, mezzi di trasporto e anche chiese).  

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip del Tribunale di Torino, su richiesta della procura. 

Contestualmente è stato eseguito il sequestro preventivo del sito web www.maldicionecoestremista.altervista.org

L'operazione è stata condotta dalla Digos di Milano e dal Servizio per il Contrasto dell'Estremismo e del Terrorismo Interno Dcpp/Ucigos. 

Stante la valutazione cautelare del giudice per l'indagine preliminare, il gruppo - nato in Sudamerica nel 2011 e propagatosi poi anche in Europa (Spagna, Grecia e Scozia), oltre 100 attentati in diversi parti del Mondo - Messico, Argentina, Brasile, Cile e Stati Uniti - ha causato la morte di 7 persone ed il ferimento di altre 12.

Il 47enne, in base a quanto accertato dalla Polizia di Stato, avrebbe tenuto condotte concrete di condivisione ideologica delle finalità dell’associazione, svolgendo un ruolo determinante nella diffusione delle attività compiute dal sodalizio e partecipando all’associazione con comportamenti significativi sul piano materiale. 

L’attività investigativa è stata condotta dalla Digos di Milano con il supporto del Servizio per il Contrasto dell’Estremismo e del Terrorismo Interno della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione/UCIGOS ed ha ricevuto un prezioso contributo informativo di intelligence da parte dell’Aise. 

L’arrestato, peraltro, risulta essere anche l’amministratore di una virtual machine attestata sul dark web che, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbe consentito agli altri quattro sodali di collegarsi al predetto sito mantenendo l’anonimato. 

A conferma della dimensione sovranazionale dell’indagine e del ruolo di primo piano che si ritiene essere stato rivestito dall’indagato piemontese, lo scorso 16 marzo 2022 due cittadini argentini, ritenuti intranei all’organizzazione I.T.S., sono stati tratti in arresto dalle Autorità di quel Paese proprio grazie alle evidenze investigative emerse nell’ambito dell’indagine italiana e partecipate con apposita rogatoria agli inquirenti argentini. 

Torino arresto terrorista organizzazione sudamericana Its Polizia di Stato 1-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrorismo, torinese arrestato: apparterrebbe a un gruppo sudamericano autore di 100 attentati nel mondo
TorinoToday è in caricamento