Prodotti potenzialmente pericolosi per la salute: maxi sequestro in due store

Imprenditrice denunciata. Rischia, inoltre, sanzioni sino a 25.000 euro

Immagine di repertorio

La Guardia di Finanza di Torino ha eseguito perquisizioni in due punti vendita, di un’azienda gestita da un’imprenditrice 30enne di origini cinesi, situati a Torino e Settimo Torinese. Qui sono stati trovati articoli di varia natura senza alcuna indicazione circa i dati dell’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose, le modalità di smaltimento e, non da ultimo, le precauzioni d’uso che gli acquirenti dovrebbero rispettare per il loro utilizzo senza alcun rischio per la salute.

Sono stati posti sotto sequestro oltre 4 milioni di articoli non conformi, con false etichettature e potenzialmente pericolosi per la salute. Tra questi migliaia di prodotti per l’estetica già esposti per la vendita e prodotti per l’elettronica.  

Non sono mancati, tra gli articoli sequestrati, i prodotti contraffatti: tra questi anche occhiali da vista riportanti un noto marchio del settore e accessori per l’elettronica sui quali era replicato il logo delle squadre calcistiche più blasonate.

L’imprenditrice, residente a Torino, è stata denunciata alla Procura della Repubblica del capoluogo per contraffazione e frode in commercio. Rischia inoltre sanzioni sino a 25.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento