Si dichiarano minorenni per entrare gratis allo stadio: ventinove indagati

Dopo la sfida Torino-Napoli

Uno dei tifosi partenopei allo stadio

Dichiaravano di essere minorenni per poter entrare allo stadio "Grande Torino" gratuitamente.

Un modus operandi che è stato smascherato dai carabinieri di Torino Mirafiori dopo una lunga indagine, partita a margine della sfida tra il Torino e il Napoli del 14 maggio 2017.

Ventinove i tifosi del Napoli che hanno ricevuto un avviso di onclusione delle indagini preliminari. I supporters partenopei - residenti in Campania ma anche a Vicenza - fanno parte della tifoseria organizzata denominata “Brigata Carolina”. 

Per loro l'accusa è di sostituzione di persona in concorso. I tifosi sono entrati nell’impianto sportivo con biglietti acquistati su una nota piattaforma online, comunicando all’atto dell’acquisto delle generalità difformi da quelle reali. Tutti hanno dichiarato di essere minori di 14 anni. 

La maggior parte dei 29 indagati, nel recente passato sono stati colpiti dal Daspo (Divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive) ed erano già conosciuti per avere alle spalle precedenti di polizia per fatti commessi in occasione di manifestazioni sportive.

Torino Napoli Minorenni indagati 20 settembre 2018 2-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

Torna su
TorinoToday è in caricamento