Cronaca

Il "telelaser" torna in funzione: stangate per chi supera i limiti di velocità

A random in tutta la cittadina

Il telelaser della municipale di Venaria

Torna in azione il "telelaser" in dotazione alla polizia municipale di Venaria. Da ieri, mercoledì 28 marzo 2018, i civich della Reale potranno monitorare la velocità di auto, moto e mezzi pesanti su ogni strada della città.

Il "telelaser" è uno strumento che può essere utilizzato dai civich solo in loro presenza e sarà posizionato ogni giorno dai civich in zone differenti, "a random".

Ieri si è partiti da via Barbi Cinti, dove recentemente era avvenuto un incidente stradale proprio per colpa della forte velocità.

Inevitabili, come sempre, le lamentele da parte della cittadinanza. Ma il sindaco Roberto Falcone è stato molto chiaro:  "Non si tratta di fare cassa, ma di rispettare le regole. I cittadini di diverse zone lamentano problemi di sicurezza per sé e per i loro bambini. Basta andare alla velocità prevista dal codice, e si viaggerà serenamente. Senza paura di dover incorrere in multe”.

Falcone poi parla di rispetto delle regole: “Serve per garantire l'incolumità a persone e cose. Spesso si sottovaluta il problema della velocità elevata. Non siamo in circuiti di Formula 1, dove è consentito sfrecciare. Qui siamo in una città, dove si devono rispettare i 50 km/h o i 30 km/h. Chi non rispetta queste regole basilari, è giusto venga multato”.

E le multe variano dai 169 euro fino a 40 km/h ai 532 euro più la sospensione della patente da 1 a 3 mesi per chi supera il limite tra i 40 e i 60 km/h fino agli 829 e sospensione da 6 fino a 12 mesi della patente per chi supera il limite di 60 km/h. Ovviamente a questo c’è anche lo storno dei punti patente. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "telelaser" torna in funzione: stangate per chi supera i limiti di velocità

TorinoToday è in caricamento