Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Largo Giulio Cesare

Blocca l'auto della ex all'incrocio a Torino e inizia a sparare contro lei, il nuovo compagno e la figlia: arrestato

Grazie a telecamere e testimoni, nonostante la fuga nel Vercellese

Un nomade di 31 anni, domiciliato a Torino, è stato fermato dagli agenti delle Squadre Mobili di Torino e Vercelli, lo scorso giovedì 19 agosto 2021, con le accuse di tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco.

I fatti erano avvenuti cinque giorni prima, nella domenica di Ferragosto, 15 agosto 2021. Ovvero quando il 31enne, in auto, ha raggiunto la macchina della sua ex e dove a bordo c'erano anche l'attuale compagno ed una delle figlie. L'obiettivo che si era posto era quello di sbarrare loro la strada, all'altezza dell'incrocio tra via Palestrina e corso Giulio Cesare.

Una volta bloccati, è sceso dal mezzo e, impugnando una pistola, ha aggredito l'uomo, esplodendo alcuni colpi che solo per caso non hanno raggiunto i tre occupanti.

L'uomo è stato fermato grazie alla testimonianza di alcune persone che avevano assistito alla scena. E, soprattutto, attraverso la visione dei filmati di alcune telecamere pubbliche.

Di qui l'avvio dell'indagine, culminata il 18 agosto 2021 con il decreto di fermo emesso dalla procura di Torino e dal titolare dell'indagine stessa, il pm Giuseppe Drammis. Ma dell'uomo nessuna traccia. Dopo un giorno di ricerche, il 31enne si è consegnato spontaneamente alla questura di Vercelli nella mattinata di giovedì. 

Ora si trova in carcere a Vercelli.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocca l'auto della ex all'incrocio a Torino e inizia a sparare contro lei, il nuovo compagno e la figlia: arrestato

TorinoToday è in caricamento