rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Via Falcone e Borsellino

Costringe un minore ad aver un rapporto sessuale con lui: fermato dalla polizia

Conosciuto sopra l'autobus

Rapina aggravata, violenza sessuale e minacce gravi nei confronti di un minorenne, di 16 anni.

Sono queste le accuse fatte dagli agenti del commissariato “San Paolo” nei riguardi di un romeno di 21 anni, senza fissa dimora, ora sottoposto a fermo di polizia giudiziaria con custodia cautelare in carcere. 

Una vicenda che parte nel luglio scorso sull’autobus Gtt "56". Stante la ricostruzione fatta dal 16enne, una volta sopra al bus si era imbattuto nel 21enne, che gli aveva proposto di avere un rapporto sessuale dietro pagamento.

Sceso dall'autobus, il ragazzino ha visto di essere seguito da quello stesso uomo. Improvvisamente, è stato raggiunto, con il 21enne che gli ha puntato un oggetto appuntito alle spalle intimandogli di seguirlo. L’aggressore, a piedi, lo ha portato all’interno di un bagno di un bar, dove, dopo essersi abbassato i pantaloni, ha preteso di essere toccato.

Ma il ragazzino si è rifiutato: di qui la minaccia di morte e la richiesta di consegnargli tutti i soldi che aveva in tasca, pari a 15 euro. Poi la fuga.

Il giovane, anche se spaventato, ha deciso di andare in commissariato a denunciare l'accaduto, descrivendo in maniera dettagliata l'aggressore. Gli agenti, lunedì mattina, 29 ottobre 2018, sono riusciti a trovarlo, tra via Falcone e corso Vittorio Emanuele, durante un servizio di perlustrazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costringe un minore ad aver un rapporto sessuale con lui: fermato dalla polizia

TorinoToday è in caricamento