Plastica e alluminio stoccati in modo non regolare: denunciati titolare e responsabile di una ditta

Capannone sequestrato

Il sequestro operato dai carabinieri

Oltre 300 tonnellate di rifiuti speciali non tossici, come plastica e alluminio, sono stati sequestrati dai carabinieri di Caselle - con l’aiuto del personale dell’Arpa Piemonte - in un capannone di via Alle Fabbriche, anch'esso sequestrato. 

Denunciati la titolare dell’azienda e il responsabile tecnico della ditta, entrambi residenti ad Aglié, specializzata in smaltimento di carta e metallo: per loro l’accusa è di “attività di gestione dei rifiuti non autorizzata”.

Dopo i controlli da parte dei militari dell’Arma, infatti, si è scoperto come il materiale sia stato stoccato in modo difforme, per quantità e modalità, rispetto a quanto disposto dall’autorizzazione, in un capannone di 3mila metri quadri. E, in seconda battuta, senza aver ottemperato alle disposizioni in materia di sicurezza antincendio.

Il blitz dei carabinieri arrivano a distanza di poco tempo rispetto ai due compiuti a Borgaro. Il primo è quello del 15 febbraio scorso, quando i militari, in collaborazione con il Nucleo Operativo Ecologico, hanno controllato e sequestrato un magazzino destinato a discarica abusiva. 

Poi, il 4 marzo, sempre a Borgaro, i militari dell'Arma hanno scoperto 18 grosse bobine di rame, per un peso complessivo di oltre 25 tonnellate e un valore di 200mila euro, risultate rubate il giorno prima dalla depositeria giudiziaria auto di via Monteponi a Torino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento