Cronaca Strada Ghiaro Inferiore

L'azienda dei rifiuti è fallita? I Comuni non dovranno pagare per ripianare il debito

Sentenza della Corte d'Appello

La ex Asa di Castellamonte

L'azienda che si occupa dei rifiuti è fallita? I Comuni non devono pagare neanche un euro per ripianare il debito creato dalla stessa. 

E' quanto ha sentenziato la terza sezione civile della Corte d'Appello di Torino, che questa mattina ha pubblicato la sentenza definitiva, pronunciata dai magistrati Antonio Rapelli, Maria Dolores Grillo e Paola Ferrari Bravo, che ha dato così ragione ai piccoli Comuni dell'Alto Canavese, che due anni fa avevano deciso di resistere in giudizio pur di non pagare le perdite per 37 milioni di euro dell'Asa (Azienda servizi ambienti), ora in amministrazione straordinaria.

Già nel 2018, la Corte d'Appello di Torino aveva già in parte dato ragione ai sindaci canavesani, sgravandoli per 28 milioni di euro. Ora, però, il conto scende a zero, dato che per i magistrati Asa nel biennio 2008-2010 - ovvero quello dove erano stati accumulati debiti per 9 milioni di euro - non aveva depositato correttamente i bilanci, diventando così impossibile determinare una cifra da attribuire alle diverse municipalità.

«I bilanci di Asa del 2009 e 2010 non sono stati depositati e nulla rileva che i bilanci non siano stati contestati in quanto le risultanze non sono idonee a dimostrare i costi sociali, essendo inattendibili. Non è stato possibile determinare quale fosse il “danno derivante da costi sociali”, non avendo Asa fornito elementi di prova idonei a dimostrare ciò in quanto Asa non ha prodotto le scritture contabili, per cui le controparti non avrebbero potuto contestarle», si legge nella sentenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'azienda dei rifiuti è fallita? I Comuni non dovranno pagare per ripianare il debito

TorinoToday è in caricamento