rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Vallette / Via Maria Adelaide Aglietta, 35

"La mensa è in precarie condizioni": in carcere scioperano gli agenti

Da tre giorni

Niente pasti consumati in mensa, nonostante siano obbligati. E' la protesta in atto dallo scorso 8 luglio 2019 da parte del personale della polizia penitenziaria in servizio presso il carcere "Lorusso e Cutugno" di Torino.

Il motivo? "Gravissime disfunzioni organizzative" e "precarie e disagevoli condizioni della stessa mensa", come tiene a rimarcare l'Osapp, l'Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria.

Secondo il sindacato, il forno sarebbe inutilizzabile per la preparazione delle pietanze, le derrate alimentari spesso e volentieri sarebbero scarse e non di qualità. Una situazione che si protrarrebbe da tempo, a tal punto da portare gli agenti a scioperare. 

“Da tempo denunciamo questa insostenibile situazione che e? divenuta insopportabile. Valuteremo, qualora le condizioni non dovessero migliorare una protesta davanti i locali della mensa entro la fine del mese. Chiediamo quindi, con forza, che la Direzione intervenga, unitamente al Provveditore Regionale, per gli urgentissimi correttivi e per il rispetto del contratto al fine di consentire un pasto dignitoso a tutto il personale di Polizia Penitenziaria avente diritto", spiega il segretario generale Leo Beneduci" 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La mensa è in precarie condizioni": in carcere scioperano gli agenti

TorinoToday è in caricamento