Controlli negli stabili, contatore abusivo nascosto sotto il letto: 3 arrestati

Per furto di energia

Un impianto abusivo trovato negli stabili

Servizi straordinari interforze disposti dal Questore Messina nell’area del quartiere San Salvario per valutare le condizioni di permanenza sul Territorio Nazionale di cittadini stranieri e effettuare una sorta di censimento all’interno di stabili.

All’interno di un palazzo di via Saluzzo tre persone sono state tratte in arresto dagli agenti del commissariato per furto aggravato in concorso di energia elettrica. Si tratta di tre cittadini egiziani di 23, 20 e 19 anni, tutti irregolari sul Territorio Nazionale e con numerosi precedenti di Polizia a carico. All’interno dell’alloggio dove vivevano i tre, gli agenti hanno trovato un contatore di energia elettrica staccato e nascosto sotto il letto. Si è poi appurato che era stato fatto un allaccio abusivo alla rete elettrica.

A seguito dell’attività altri tre cittadini stranieri sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione per la verifica della loro posizione sul territorio nazionale. Uno di questi è stato denunciato per non aver ottemperato a un precedente ordine del Questore di abbandonare il Territorio Nazionale. 

Altri 18 alloggi ispezionati

Gli agenti della Polizia Municipale e il personale tecnico-ispettivo ASL TO-1 S.I.E.U. – Servizio Igiene Edilizia Urbana, Servizio Impiantistica e pronto Intervento, tecnici della vigilanza edilizia del Comune di Torino e personale AES e IRETI S.P.A. hanno proceduto all’ispezione di 18 unità immobiliari a seguito delle quali è stato chiuso un contatore del gas metano per carenze impiantistiche. Per la stessa ragione sono state emesse 10 diffide all’uso degli impianti elettrici o del gas. Sono stati, altresì, riscontrati 16 interventi edilizi abusivi.

Sempre nell’ambito del controllo straordinario, gli agenti della Squadra Volante hanno tratto in arresto, in via Berthollet un turco di 34 anni in quanto destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità austriache lo scorso febbraio per reati inerenti gli stupefacenti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento