Forti rumori nelle ore notturne: chiusa e sequestrata la nota vineria

Dopo le proteste dei residenti

I sigilli posti dalla polizia municipale

"Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone". Per questo motivo, gli agenti del Reparto di polizia commerciale della polizia municipale di Torino e del Comando della VII circoscrizione hanno posto i sigilli al "Tirabusciò", nota vineria di via Tarino 7d.

Lo stop all'attività è arrivato ieri, venerdì 13 settembre 2019, al termine di una inchiesta coordinata dal pubblico ministero della Procura di Torino, Gianfranco Colace. 

Tutto parte nei mesi scorsi, quando i residenti del rione Vanchiglia avevano iniziato a protestare contro il locale, che rimaneva aperto anche la notte, esponendo anche una serie di cartelli ai balconi. 

Una decisione di cui i titolari (rappresentati dall'avvocato Maurizio Loprevide, ndr) non riescono a capacitarsi. E ora l'unico modo per poter riaprire è quella che vengano messe in atto delle soluzioni che possano garantire la "pace serale e notturna" ai residenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

Torna su
TorinoToday è in caricamento