Doveva essere in carcere ma era in albergo con la famiglia: arrestata

Fatali i suoi documenti

L'Hotel-To al Sito Interporto

Si trovava in una stanza d'albergo, in compagnia della sua famiglia. 

Peccato che quella donna di 35 anni, di etnia rom e con precedenti, fosse da tempo ricercata perchè sui di lei pendeva un ordine di carcerazione emesso lo scorso 8 agosto 2018.

Ed è proprio la sua presenza in albergo, dove ha dovuto fornire i documenti, che l'ha tradita. Perchè la prassi vuole infatti che i receptionist siano obbligati ad inviare i documenti di chi pernotta alla questura per i controlli del caso.

Appena la questura ha ricevuto i documenti è scattato l'allarme, con una pattuglia della Squadra Volante che si è precipitata, lo scorso 25 settembre 2018, per arrestarla.

La direzione dell'albergo presente nella zona del Sito Interporto ha precisato come "la famiglia si trovasse nella nostra struttura dopo accordi intercorsi con il Comune di Bruino e i servizi socio assistenziali, che ci hanno chiesto di ospitarli, come già avvenuto in passato per altre situazioni simili". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

  • Normativa anticovid, controlli nelle aree verdi di Torino: sanzionati 16 sportivi

Torna su
TorinoToday è in caricamento