Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Rifiuti abbandonati in strada a Giaveno, le telecamere riprendono tutto e arrivano le multe

“È incredibile come nel 2021 vi siano ancora persone che salgono in auto per portare i rifiuti nei prati, nei boschi o accanto ai bidoni quando esiste un ecocentro in cui possono portarli gratuitamente”, afferma il vicesindaco Stefano Olocco

Immagine di repertorio

Nei giorni scorsi ad alcuni cittadini sono arrivate le multe per abbandono di rifiuti sul territorio di Giaveno. La polizia locale ha sanzionati i responsabili dopo avere visionato le riprese delle telecamere installate in punti strategici del territorio in cui si erano verificati episodi di abbandono di rifiuti anche pericolosi. “È incredibile come nel 2021 vi siano ancora persone che salgono in auto per portare i rifiuti nei prati, nei boschi o accanto ai bidoni quando esiste un ecocentro in cui possono portarli gratuitamente”, afferma il vicesindaco Stefano Olocco che ringrazia la polizia municipale per il lavoro di monitoraggio. Il Sindaco Carlo Giacone aggiunge: “Mi auguro che la consapevolezza di sapere che ci sono controlli, telecamere e sanzioni faccia ragionare un po’ di più i nostri concittadini e li spinga a utilizzare i servizi che ci sono, come il nostro ecocentro”. L’ecocentro ha i seguenti orari di apertura: lunedì 9-12 e 14-17; martedì mercoledì giovedì venerdì pomeriggio dalle 14 alle 17; sabato 9-12 e 14-17; domenica 9-12. 

“Non riusciamo a capire perché continuano questi abbandoni che sono davvero ingiustificati – commenta l’Assessore all’Ambiente Marilena Barone –. Tra l’altro a volte ci sono dei rifiuti pericolosi o che vanno smaltiti in modo particolare, come certi tipi di plastica o di vernici: all’ecocentro ci sono gli appositi contenitori. Noi facciamo di tutto per creare un ambiente bello e pulito per i residenti e i turisti e poi basta una sola persona maleducata a rovinare tutto. Inoltre, le pulizie delle aree coinvolte hanno dei costi, così come non differenziare abbastanza ha un costo, che viene distribuito su tutti i contribuenti. Faremo delle nuove campagne di promozione dell’ecocentro, che è aperto anche nei fine settimana proprio per agevolare tutti, perché non è possibile che ci si comporti in questo modo. Innanzitutto occorre differenziare i rifiuti, è un obbligo che spetta a tutti per un futuro migliore; ciò che non si può conferire nei bidoni si porta all’ecocentro dove i nostri addetti spiegano le modalità giuste di separazione”. 

 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati in strada a Giaveno, le telecamere riprendono tutto e arrivano le multe

TorinoToday è in caricamento