Ori, rame e kit per le truffe: i carabinieri denunciano un ricettatore

Militari spintonati da tre suoi amici

Una parte della merce sequestrata

Gioielli in oro, 400 chili di grondaie e cavi in rame, attrezzi da lavoro, tablet. Ma anche 30mila euro in contanti, spray anti aggressione, strumenti per lo scasso, porta tessere in plastica con sopra riportato il nome di ditte che si occupano di contratti di fornitura per luce e gas (la Hera e la Iren), due ricetrasmittenti e una foto con sopra il nome e il cognome di un presunto addetto, che corrisponde al nome di Giorgio Cavaglieri".

E' quanto i carabinieri del radiomobile di Venaria hanno trovato in auto, addosso e in casa ad un italiano, classe 1980, residente a Cirié, denunciato per ricettazione.

I militari lo hanno fermato ad un posto di blocco mercoledì mattina, 24 ottobre 2018, durante uno dei controlli organizzati dalla compagnia della città della Reggia assieme ai colleghi delle stazioni di Caselle e Lanzo e della Compagnia di Intervento Operativo “3° ReggimentoLombardia” di Milano.

Il 38enne era a bordo di una Alfa Mito assieme ad altre tre persone che erano in sua compagnia. Dopo la richiesta dei documenti, i tre hanno cercato di evitare guai peggiori all'amico, spintonando i militari: di qui la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. 

Per gli inquirenti, la merce ritrovata e sequestrata potrebbe essere provento di furti e truffe: per questo motivo, in comando compagnia a Venaria, in via Dante Alighieri 3, può essere visionata, previa chiamata allo 011-4504800 in orario di apertura al pubblico.

Le indagini dei militari sono ancora in corso e sono volte a capire se i quattro facciano parte di una banda e, soprattutto, dove è stata rubata la merce sottoposta a sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus, nuova stretta della Regione: chiusi uffici pubblici e studi professionali fino al 3 aprile

Torna su
TorinoToday è in caricamento