rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Via Emilia, 3

Armato di cocci di bottiglia, rubava borse e cellulari: arrestato dopo una maxi-ricerca

Ferita la testimone di una rapina

Avevano preso di mira tre studentesse universitarie che ieri sera, mercoledì 27 giugno 2018, stavano passeggiando in via Garibaldi angolo via XX Settembre. 

Armati di cocci di bottiglia, le hanno fermate, minacciate e aggredite, prima di farsi consegnare una borsa e un telefono cellulare. 

Non contenti, hanno anche cercato di rubare le altre due borse, colpendo al volto con la bottiglia in vetro una testimone che ha tentato di bloccare la loro fuga.

Quest'ultima è dovuta ricorrere alle cure mediche ospedaliere ed è ancora adesso ricoverata all'ospedale San Giovanni Bosco di Torino. 

I carabinieri sono riusciti ad intervenire grazie alla telefonata al "112" da parte di altri due testimoni. Immediate, così, le indagini e le ricerche, dando avvio al piano antirapina su tutta la città.

Piano che ha portato i suoi frutti attorno alle 3.20, quando i carabinieri del nucleo radiomobile sono riusciti ad arrestare in corso Emilia, per rapina aggravata, un 27enne originario del Gambia, irregolare sul territorio nazionale.

La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata alle due vittime. Ancora in corso le indagini per assicurare alla giustizia il complice. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di cocci di bottiglia, rubava borse e cellulari: arrestato dopo una maxi-ricerca

TorinoToday è in caricamento