Cronaca San Salvario / Via Ormea

Studenti accerchiati e rapinati da una banda di neo maggiorenni: arrestati dopo una breve fuga

Derubati di soldi e un giubbotto

Immagine di repertorio

Sono stati avvicinati, nel pomeriggio di ieri, martedì 3 marzo 2020, all'incrocio tra via Ormea e via Berthollet. 

Da una parte le vittime, due studenti italiani di 15 e 16 anni. Dall'altra una banda, composta da cinque giovani nordafricani. 

Tre di loro si sono messi alle spalle dei ragazzi. Gli altri due hanno invece sbarrato loro la strada. Una volta accerchiati, uno ha estratto dal marsupio una pistola - che solo dopo si scoprirà essere una scacciacani - minacciandoli con il chiaro intento di farsi consegnare quanto avevano nei portafogli, 80 euro in contanti, e un giubbino.

Poi si sono dileguate, facendo perdere le tracce. Nel frattempo le due vittime incrociano una pattuglia della polizia locale, raccontando agli agenti cosa fosse appena successo.

Le ricerche vengono diramate dai civich a tutte le forze dell'ordine. Ed è una pattuglia della  Squadra Volante che riesce a intercettarli, poco distante: si tratta di tre giovani di 18, 19 e 20 anni. 

Durante il controllo, addosso a uno di loro è stata trovata la scacciacani usata per la rapina, mentre nelle tasche ecco gli 80 euro che si erano spartiti in precedenza. Uno dei tre indossava anche il giubbotto di una delle vittime e addosso aveva 6 ovuli di cocaina.

Tutti sono stati arrestati per "rapina aggravata in concorso", mentre l’ultimo, un 19enne residente a Mondovì, è anche stato arrestato per violazione della legge sugli stupefacenti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti accerchiati e rapinati da una banda di neo maggiorenni: arrestati dopo una breve fuga

TorinoToday è in caricamento