Il coltello alla gola e la minaccia: "Dacci le chiavi dell'auto". Caccia ai rapinatori

Sotto choc la vittima

Immagine di repertorio

L'hanno pedinata per qualche minuto, fino a quando erano certi di essere da soli e di non avere "brutte sorprese".

Poi, l'hanno avvicinata e, dopo averle appoggiato la lama del coltello al collo, anche minacciata: "Non fare scherzi. Non urlare e non provare a scappare. Dacci le chiavi e non ti accadrà nulla", hanno detto una banda di rapinatori - composta da tre persone - prima di fuggire con le chiavi di una Lancia Ypsilon e facendo perdere le loro tracce.

Ovvero l'auto della vittima, una donna di 30 anni, residente a San Raffaele Cimena, che dopo essersi ripresa dallo choc, è riuscita a chiamare il numero unico di emergenza "112" per chiedere aiuto.

Sul posto, in piazza Castello a Cirié, nella serata di martedì 26 marzo 2019, sono così arrivati i carabinieri della tenenza cittadina per le indagini di rito.

Ora i militari stanno vagliando il sistema di videosorveglianza comunale per cercare di dare un nome e un volto ai rapinatori e, allo stesso tempo, per ritrovare l'auto rubata alla donna. Per questo motivo le indagini sono ancora in corso. 

Un episodio del tutto simile a quello di una dottoressa, pedinata e derubata dopo essere uscita dal turno in ospedale, al Martini, qualche giorno fa.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

Torna su
TorinoToday è in caricamento