menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Prende a pugni la moglie, sotto gli occhi dei figli: arrestato dalla polizia

Già condannato 9 anni prima

Violenze fisiche e mentali subite per dieci lunghi e interminabili anni. Da quel marito che quasi quotidianamente faceva abuso di alcol. E, come se non bastasse, era in procinto di separarsi. Perché nel frattempo aveva intrapreso una nuova relazione pur rimanendo sotto il tetto coniugale.

Lunedì sera, 11 febbraio 2019, in Barriera di Milano, il "quasi ex" marito, un romeno di 48 anni, ha perso nuovamente il controllo, nonostante la presenza dei suoi due figli in casa.

La donna, nel timore che la situazione potesse generare, ha tentato di chiamare la polizia. Ma l'uomo le ha strappato il cellulare dalle mani, per poi sferrarle un pugno sul naso che le ha procurato una frattura alle ossa nasali, come già accaduto in passato.

Eppure la donna, nonostante il dolore, è riuscita a reimpossessarsi del telefono cellulare e a chiedere aiuto. Quando gli agenti della Squadra Volante sono giunti sul posto, l’uomo stava provando a scappare a bordo della sua auto parcheggiata all’interno del cortile dello stabile, ma è stato fermato e tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia.

Il 48enne era già stato condannato 9 anni fa, quando aveva patteggiato la pena per il medesimo reato nei confronti della moglie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento