Ambulante ucciso al mercato, chieste due condanne

Uno di loro si è pentito

Immagine di repertorio

Due condanne sono state chieste oggi, giovedì 19 aprile 2018, per l'omicidio di Agatino Razzano, ambulante di biancheria intima assassinato tra i banchi del mercato di via Palli angolo via Sestriere a Moncalieri l'8 giugno 1992.

Si è trattato di un omicidio legato all'ambiente della criminalità organizzata, in particolare alla mafia catanese operativa a Torino in quel periodo.

Il pm Livia Locci ha chiesto di condannare a 20 anni Roberto Cannavò (difeso dall'avvocato Eliana Zecca), che si è pentito e nel 2014 aveva spedito una lettera ai magistrati raccontando di essere stato l'esecutore materiale del delitto, e 30 anni per Santo Mazzei (difeso dall'avvocato Salvo Lo Greco), detenuto da circa 25 anni e considerato un boss della mafia catanese e mandante del delitto.

I legali hanno chiesto che le eventuali condanne vengano eseguite in continuazione con le sentenze già pronunciate nei loro confronti, ossia calcolando il periodo già trascorso in carcere.

La sentenza verrà pronunciata a fine maggio dal gup Roberto Toppino al termine del processo svoltosi con rito abbreviato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento