rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Centro / Corso Vittorio Emanuele II, 58

Giornata di controlli capillari in stazione: l'esito dell'operazione

Nell’ambito del progetto “Summer clean station” attivo nelle principali stazioni ferroviarie nazionali

Controlli straordinari, quelli avvenuti giovedì 8 agosto nell’ambito del progetto “Summer clean station”, nelle principali stazioni ferroviarie nazionali tra cui Torino Porta Nuova. In campo, a Torino, personale del Compartimento della Polizia Ferroviaria per il Piemonte e Valle d’Aosta che, con l’impiego di tecnologie all’avanguardia, in particolare smartphone di ultima generazione per la lettura ottica dei documenti personali e accesso immediato alle banche dati della polizia, ha proceduto ad un capillare controllo della stazione.

Il servizio ha visto l’impiego congiunto di operatori della Polizia Ferroviaria, personale articolato sia in uniforme che di polizia giudiziaria in abiti civili e della locale Questura con 5 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine, un contingente del Reparto Mobile e 2 Unità Cinofile; i controlli si sono estesi anche alle zone prospicienti con particolare attenzione per via Nizza, via Sacchi, piazza Carlo Felice, corso Vittorio Emanuele e i circostanti portici e si sono protratti per tutta la giornata, da parte degli operatori della Questura. 

I risultati raggiunti 

Due arresti, notifica ed esecuzione di un ordine di carcerazione, espulsione di cittadino nigeriano irregolare in Italia, una perquisizione locale delegata dalla Procura di Siena, identificate 740 persone di cui 216 extracomunitari e 68 comunitari.

In particolare, una peruviana 50enne è stata arrestata in flagranza di reato per un furto, di alcuni capi di abbigliamento, commesso in un esercizio commerciale all’interno della stazione. Subito dopo un italiano 30enne, residente nell’astigiano, veniva tratto in arresto per un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Asti, dovendo espiare la pena di 1 anno, 5 mesi e 6 giorni per il reato di rapina.

Alle 10.15 un’altra pattuglia della Polfer ha sequestrato oltre 40 grammi di marijuana trovata addosso a un cittadino 22enne della Guinea senza fissa dimora e con precedenti specifici; da controlli più approfonditi a suo carico emergeva anche una nota rintraccio per la notifica di provvedimenti amministrativi. Alla fine il giovane è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di per detenzione illecita di stupefacente. 

Sempre in mattinata, una pattuglia Polfer notificava a un italiano 42enne, residente nel torinese, un ordine di perquisizione locale, emesso dalla Procura della Repubblica di Siena per il reato di truffa online a mezzo Postepay. Infine, nelle tasche di un nigeriano 21enne è stata trovata, grazie all’intervento dell’Unità Cinofila antidroga, una modica quantità di marijuana. Da accertamenti più approfonditi l’uomo risultava essere irregolare sul territorio nazionale e, pertanto, è stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Torino dove gli è stato notificato l’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni, oltre alla contestazione della violazione amministrativa per il possesso dello stupefacente.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata di controlli capillari in stazione: l'esito dell'operazione

TorinoToday è in caricamento