menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Pistola modificata per renderla più potente: coppia finisce in manette

Nascosta in un garage

Detenzione abusiva e alterazione di arma. Sono queste le accuse nei riguardi di un uomo di 56 anni e di una donna di 55 anni, arrestati nei giorni scorsi dalla polizia del commissariato di Ivrea. 

A seguito di una perquisizione della loro abitazione, sono stati trovati in possesso di una pistola a tamburo alterata e molto più potente rispetto all'originale. 

La pistola era anche dotata di un silenziatore artigianale ed è stata ritrovata all’interno di una vecchia cassettiera, al fondo di un box auto di loro proprietà.

Sulle prime la donna ha negato di avere un box, ma gli inquirenti nel corso della perquisizione riescono a trovare una scrittura privata che affermava l'esatto contrario ma anche le chiavi, nascoste in cucina, dietro il cestino dell’immondizia.

Una volta nel box, i poliziotti trovano e sequestrano anche 65 proiettili calibro 22mm e 320 colpi calibro 6 mm.

Un terzo cittadino italiano, di 68 anni, ovvero il legale detentore della pistola ritrovata, è stato denunciato per omessa custodia di armi e per aver omesso di comunicare alla polizia la cessione dell’arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento