Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Per Unioncamere, cresce dell'1,5% l'internazionalizzazione piemontese

Il Piemonte è una delle realtà più internazionalizzate del Paese: questo è ciò che emerge dal XII rapporto regionale. Aumenta del 9% la presenza di popolazione straniera

Continua a crescere l'internazionalizzazione del Piemonte, sostenuta soprattutto dalle esportazioni, nonostante il perdurare di una congiuntura economica non favorevole. Lo ha rilevato il XII rapporto regionale sull'internazionalizzazione, curato da Unioncamere Piemonte dal quale emerge che il Piemonte, con un indice che sintetizza le tendenze manifestate nel corso del 2013 cresciuto del'1,5%, è una delle realtà italiane più internazionalizzate.

L'incremento totale scaturisce dalla buona performance dell'indice di internazionalizzazione sociale, aumentato di cinque punti percentuali, e dalla stabilità della componente economica. Relativamente alla sfera sociale, il rapporto rileva una progressione nella presenza della popolazione straniera (+9,0%), con un incremento dall'8,8 al 9,6% della quota dei residenti stranieri sul totale della popolazione.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Unioncamere, cresce dell'1,5% l'internazionalizzazione piemontese

TorinoToday è in caricamento