menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Picchiato selvaggiamente per non avergli dato una sigaretta: 15enne finisce in ospedale

Arrestato l'aggressore

La sua unica colpa, se così possiamo dire, è stata quella di non avergli dato una sigaretta. Non perché non ne avesse. Bensì perché non fuma, a differenza di tanti suoi coetanei.

Per questo motivo, un 15enne è stato selvaggiamente picchiato alla fermata dell'autobus da un uomo di 43 anni. 

Tutto è avvenuto nel pomeriggio di ieri, martedì 8 gennaio 2019, in corso Roma a Moncalieri. Il giovane, una volta sceso dall'autobus dopo la giornata passata a scuola, è stato all'improvviso avvicinato dal 43enne, vistosamente ubriaco. 

"Mi spiace, non ho sigarette. Non fumo". Una risposta che non è piaciuta all'uomo, che invece di andare avanti e magari chiederla ad un'altra persona, ha deciso di prenderlo a sberle. 

Non contento, lo ha inseguito, visto che il giovane ha provato a trovare rifugio nel palazzo dove abita. Ma tutto è risultato inutile, visto che il 15enne è stato nuovamente braccato dall'aggressore, venendo di nuovo pestato. E, come se non bastasse, il 43enne, in preda ad un raptus, ha persino spaccato il vetro della porta condominiale.

Per fortuna, la scena è stata vista da alcuni passanti, che hanno subito chiamato i carabinieri. I militari del radiomobile sono arrivati tempestivamente, arrestando il 43enne - nato a Moncalieri, ma residente a Torino - per lesioni, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale: questo perché ha anche preso a calci i carabinieri, finiti in ospedale a Moncalieri con una prognosi di 10 giorni.

Ben più elevata la prognosi del ragazzo: un mese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lady Dybala si annoia all'ombra della Mole: "A Torino non c'è molto da fare"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento