Pretende un passaggio poi gli sottrae le chiavi dell’auto e chiede 50 euro per la restituzione

E' accaduto mentre il conducente era fermo al semaforo

Immagine di repertorio

Un marocchino di 48 anni si è introdotto nell’auto di un italiano di 57 anni fermo al semaforo in corso Svizzera e gli ha intimato, tirando dei pugni sul vetro e sul cruscotto, di accompagnarlo in via Nicola Fabrizi. E' accaduto martedì 8 gennaio. Una volta arrivati a destinazione, il 48enne ha tolto dal quadro le chiavi di accensione e chiesto al proprietario dell’auto 50 euro per la restituzione.

Il conducente in un primo momento ha rifiutato, ma è stato minacciato finché non gli ha consegnato 30 euro, somma sufficiente a far allontanare l’aggressore che è stato individuato pochi minuti dopo dal personale della Squadra Volante del Commissariato San Donato. Il malvivente è irregolare sul territorio nazionale e a suo carico ha numerosissimi precedenti penali per reati contro la persona e il patrimonio.

Durante tutte le fasi dell’arresto il malvivente ha mantenuto un atteggiamento altamente offensivo e oltraggioso nei confronti dei poliziotti, arrivando a tentare di compiere dei gesti di autolesionismo (neutralizzati) nel tentativo di essere rilasciato. E’ stato tratto in arresto per estorsione e denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e violazione della legge sull’immigrazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Come sarà l’inverno in Piemonte? Arriva la neve a dicembre? Risponde il meteorologo di 3bMeteo

Torna su
TorinoToday è in caricamento