Neopatentata vede il casello autostradale e fa inversione di marcia, fermata subito

Maxi-multa e revoca patente

Immagine di repertorio

Una Opel Meriva ha portato lo scompiglio nella mattinata di oggi, martedì 10 luglio 2018, al casello autostradale di Beinasco, sul raccordo Torino-Pinerolo.

Il veicolo, guidato da un'italiana di 20 anni residente a Piovà Massaia (Asti), patentata dallo scorso febbraio, ha fatto inversione di marcia provenendo da Pinerolo alla vista della barriera e ha iniziato a procedere contromano, seminando il panico tra gli automobilisti.

La vettura è stata fermata dopo qualche centinaio di metri da una pattuglia della guardia di finanza che, a sua volta, ha chiamato una pattuglia della polizia stradale di Torino.

Gli agenti hanno proceduto all'immediata revoca della patente e hanno segnalato la ragazza alla prefettura per una multa che non potrà essere inferiore ai 2mila euro.

"Non sapevo che in autostrada non si potesse fare inversione di marcia", si è giustificata lei con gli agenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

Torna su
TorinoToday è in caricamento