Neopatentata vede il casello autostradale e fa inversione di marcia, fermata subito

Maxi-multa e revoca patente

Immagine di repertorio

Una Opel Meriva ha portato lo scompiglio nella mattinata di oggi, martedì 10 luglio 2018, al casello autostradale di Beinasco, sul raccordo Torino-Pinerolo.

Il veicolo, guidato da un'italiana di 20 anni residente a Piovà Massaia (Asti), patentata dallo scorso febbraio, ha fatto inversione di marcia provenendo da Pinerolo alla vista della barriera e ha iniziato a procedere contromano, seminando il panico tra gli automobilisti.

La vettura è stata fermata dopo qualche centinaio di metri da una pattuglia della guardia di finanza che, a sua volta, ha chiamato una pattuglia della polizia stradale di Torino.

Gli agenti hanno proceduto all'immediata revoca della patente e hanno segnalato la ragazza alla prefettura per una multa che non potrà essere inferiore ai 2mila euro.

"Non sapevo che in autostrada non si potesse fare inversione di marcia", si è giustificata lei con gli agenti.

Potrebbe interessarti

  • Il ponte tibetano più lungo del mondo: l'avventura da non perdere a un'ora da Torino

  • La Giardiniera, l'antipasto alla piemontese

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Come difendersi dai ladri d'appartamento in estate

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Paura in paese: auto esplode pochi secondi dopo essere stata parcheggiata

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Litigio stradale con l'automobilista che lo colpisce, ma lui è un campione di pugilato e lo mette KO

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento