Uomo accoltellato e morto dopo una lite: chiesta condanna a 9 anni e 4 mesi per la convivente

Il processo si celebra con il rito abbreviato

Silvia Rossetto la sera del 2 settembre 2018, in un appartamento a Nichelino, uccise con una coltellata il convivente Giuseppe Marcon di 65 anni. Ora si è aperto il processo che si celebra con il rito abbreviato. Il pm Enzo Bucarelli ha chiesto di condannare la donna a 9 anni e 4 mesi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pubblico ministero ha sostenuto la tesi dell'omicidio volontario e ha escluso l'attenuante della provocazione. La difesa è invece del parere che la ricostruzione dell'imputata sia attendibile (avrebbe reagito all'ennesima aggressione) ma e che, in ogni caso, non può essere confutata dagli accertamenti tecnici.     
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

  • Tragedia nell'abitazione: donna trovata morta

  • Vanno a fare la spesa e lasciano il figlio chiuso in auto con 40 gradi: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento