menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Deruba dell'ombrello e picchia una donna al sesto mese di gravidanza: arrestato

Aggredita e colpita anche l'amica

Prima l'ha seguita. Poi, quando si è accorto di avere "via libera", le ha rubato l'ombrello e ha iniziato a colpirla in testa e all'addome, prima di fuggire.

E' successo nella tarda mattinata di venerdì 17 maggio 2019, attorno alle 11, nella zona di via Luini a Torino, all'altezza del civico 104, dove i carabinieri della stazione Vallette sono riusciti ad arrestare un uomo di 70 anni di Torino per rapina. 

La vittima, una donna di nazionalità marocchina di 31 anni al sesto mese di gravidanza, si trovava in compagnia di un'amica, sua connazionale. Entrambe indossavano il velo. Con loro anche due bambini, di cui uno di soli undici mesi, ovvero i figli dell'amica dell'aggredita. 

In un primo momento la donna aveva pure provato a reagire, ma i colpi inferti dall'uomo, specie all'addome, l'hanno fatta desistere. E così, è stata l'amica ad iniziare a seguire l'uomo, che nel frattempo era entrato in una gelateria. E quando la donna ha chiesto spiegazioni sul perché di questo gesto, anche lei è stata colpita alla testa con l'ombrello. Con il 70enne che, in preda ad un raptus, ha iniziato a colpire anche le vetrine della gelateria. 

Sentendo le urla provenire dalla gelateria, anche la 31enne si è precipitata nell'esercizio commerciale, venendo nuovamente aggredita, nonostante l'amica continuasse a ripetere come fosse incinta.

La donna è stata accompagnata in ospedale, al Maria Vittoria, a scopo precauzionale: per lei e per il bambino, per fortuna, nessuna particolare conseguenza.

Il 70enne, prima di essere arrestato, ha anche aggredito i carabinieri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento