Tre denunciati per furto di energia elettrica, ma in casa ci sono anche 45 magliette che valgono 1.500 euro

Due dei tre componenti del nucleo familiare denunciati anche per ricettazione

Immagine di repertorio

I carabinieri di Leinì, insieme ai colleghi di Caselle e Corio, erano andati a colpo sicuro per denunciare un uomo e due donne di etnia sinti per furto di energia elettrica, in quanto erano stati allertati dai tecnici dell’Enel di Torino che si erano accorti dell’allaccio abusivo al quadro principale.

Quando i militari sono arrivati nell’appartamento di Nichelino hanno deciso comunque di effettuare una perquisizione per capire se il nucleo familiare nascondesse delle refurtiva, visti i precedenti dell’uomo. Gli investigatori non si sono sbagliati anche perché, dopo pochi minuti, hanno trovato 45 magliette rosse o nere di diverse taglie – per un valore complessivo di circa 1500 euro – con il marchio della scuderia Ferrari. Per gli inquirenti l’abbigliamento potrebbe essere di provenienza furtiva. Anche per questo sono in corso degli accertamenti da parte degli uomini comandati dal maresciallo Ivan Pira per capire se sono stati effettuati dei furti a negozi che commercializzano il marchio del cavallino. Molto probabilmente le magliette erano custodite in casa e stavano per essere smerciate sul mercato nero dove la griffe Ferrari è molto richiesta. 

Al termine degli accertamenti i tre, di età compresa tra 33 anni e 39 anni, sono stati denunciati per furto di energia elettrica e l’uomo 39enne e una delle due donne anche per ricettazione.
magliette ferrari carabinieri sequestro-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento