rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Chiomonte

Manifestanti No Tav verso Chiomonte, il passaggio in zona vietata

Nella notte ignoti hanno incendiato alcuni pneumatici all’imbocco della galleria Prapotin dell’autostrada A32, in direzione Bardonecchia

Corteo del movimento No Tav sabato 8 luglio in alta Val di Susa. Circa 200 persone sono partite da Venaus da dove hanno raggiunto il campo sportivo di Giaglione e successivamente le barriere collocate per impedire l’avvicinamento al cantiere di Chiomonte, violando l’Ordinanza del Prefetto di Torino che stabilisce il divieto di transito sulla strada comunale Giaglione-Chiomonte e sui sentieri che conducono all’area dichiarata d’interesse strategico nazionale.

I manifestanti hanno iniziato a danneggiare le barriere metalliche e hanno effettuato la consueta battitura accompagnata dai cori del movimento. Inoltre, sono stati scanditi cori di scherno nei confronti delle forze di polizia in servizio nel tentativo di determinarne la reazione.

Un gruppo di circa 50 attivisti, sempre in violazione dell’Ordinanza del Prefetto di Torino, attraverso alcuni sentieri ha raggiunto la zona del campo delle Bandiere e in seguito, utilizzando lo stresso percorso, è ritornato a Giaglione.

Verso la mezzanotte, ignoti hanno incendiato 4 pneumatici posti all’imbocco della galleria Prapotin dell’autostrada A32, in direzione Bardonecchia. L’episodio ha provocato l’interruzione del traffico per circa 20 minuti.

Sono in corso le attività investigative finalizzate ad identificare le persone che hanno violato l’ordinanza del Prefetto di Torino e che hanno causato l’interruzione della circolazione sull’autostrada A32. Gli inquirenti vogliono capire se vi sia una correlazione tra i due eventi.
A32 pneumatici in fiamme (1)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestanti No Tav verso Chiomonte, il passaggio in zona vietata

TorinoToday è in caricamento