menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

"Decreto sicurezza", nel mirino dei vigili le targhe straniere: raffica di multe

Automobilisti polemici

Il "Decreto Sicurezza" approvato dal Governo prevede un giro di vite secco per tutti gli stranieri che vivono in Italia da più di 60 giorni e sono in possesso di una macchina con targa straniera.

Il provvedimento, infatti, prevede come i cittadini abbiano l’obbligo di reimmatricolare il veicolo o, in alternativa, riportarlo o venderlo nel loro paese di origine.

E’ una delle novità del “Decreto Sicurezza” del Governo “Giallo-Verde”. Novità che sta portando ad una mattanza di multe in tutta Italia. 

E Venaria non è stata esente dalla novità. Tant’è che in queste prime settimane sono state tante le auto fermate e “stangate” dai civich della Reale, agli ordini del comandante Luca Vivalda.

I controlli sono stati effettuati nella zona dell’Allianz Stadium.

I civich hanno fermato un’Audi A5 e un autocarro VolksWagen, entrambi con targa della Romania. E, nei giorni successivi, ad un autocarro Mercedes, sempre con targa romena. 

Per tutti è scattata la sanzione amministrativa - che varia tra 712 e 2.848 euro - e il sequestro amministrativo del veicolo finalizzato alla confisca se entro 180 giorni non verrà reimmatricolato o esportato all'estero. 

Tra le auto straniere c’è anche il “vizio” dell’assenza di assicurazione (altra bella “rogna” in caso di incidenti stradali, ndr), con due mezzi che sono stati persino sequestrati. Anche in questo caso, i veicoli avevano targa romena. 

E per i due automobilisti, che erano recidivi, è scattata anche la sospensione della patente e il pagamento di una multa che spazia tra gli 868 e i 3471 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lady Dybala si annoia all'ombra della Mole: "A Torino non c'è molto da fare"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento