menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Tempi duri per i fruitori dell'area attrezzata: raffiche di multe per la sosta selvaggia

Controlli dei carabinieri

Tempi duri per chi vorrà recarsi all'area attrezzata presente tra Cafasse e Lanzo, ai margini della sp1, la "Direttissima" delle Valli di Lanzo.

Nel corso degli ultimi due fine settimana, infatti, i carabinieri della compagnia di Venaria, e più precisamente della stazione di Lanzo, hanno effettuato numerosi controlli, tutti mirati alla sicurezza stradale.

Già, perché non è in pericolo la fruizione dell'area da parte dei tanti turisti, molti dei quali provenienti da Torino. Bensì è in pericolo la sicurezza dei tanti automobilisti, visti gli innumerevoli parcheggi selvaggi lungo la stessa provinciale.

E così sono fioccati i verbali: ben 77, tutti per "intralcio della sede stradale", così come recita il Codice della Strada. I carabinieri hanno deciso di controllare quell'area, da sempre teatro di numerosi incidenti, causati spesso e volentieri anche per la scarsa visibilità derivata dalla presenza su ambo i lati di auto e moto in sosta e di proprietà di famiglie o centauri che passano la giornata lì, in mezzo al verde, all'aria aperta, grigliando o mangiando pietanze preparate a casa.

E gli automobilisti possono anche ritenersi "graziati", visto che sono stati sanzionati con 54 euro di multa - ridotto del 30% nel caso di pagamento entro i primi cinque giorni dalla data in cui è stato redatto il verbale - visto che il Codice prevederebbe anche la rimozione del mezzo mediante carro attrezzi.

I controlli da parte dei militari lanzesi, coordinati dal maresciallo Giulio Perotti, proseguiranno anche nelle prossime settimane, compreso il week-end di Pasqua e Pasquetta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento