Corretta differenziazione dei rifiuti, controlli a tappeto: 24 multe in meno di due mesi

Sarà "tolleranza zero"

Multe in arrivo per chi non differenzia

Dopo Nichelino, dove le multe sono state copiose quasi come la neve di questi giorni, anche Venaria ha deciso per la "tolleranza zero" nei riguardi della non corretta differenziazione dei rifiuti.

Se l'anno scorso, quando sono iniziati i primi controlli - molti dei quali conclusi con avvisi bonari - sono stati sanzionati 15 condomini con multe da 70 euro l'uno, il 2018 è iniziato con il botto: 24 sanzioni effettuate nei soli mesi di gennaio e fino al 23 febbraio 2018. 

"A inizio anno abbiamo chiesto a Cidiu di intensificare i controlli e nei soli gennaio e febbraio in tutto il 2017. Dobbiamo imparare a differenziare bene e meglio, e capire che i rifiuti sono nostra responsabilità - commenta il sindaco di Venaria Reale, Roberto Falcone - Parallelamente Cidiu sta continuando la revisione delle attrezzature in base all’obiettivo del 65%, revisione che riguarda tutto il territorio di Venaria: in questo modo i cittadini avranno tutti gli strumenti necessari per ridurre l’indifferenziato".

E i controlli continueranno, a random, ogni settimana in tutti i condomini dei quartieri della Reale. 

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

  • La mentuccia, l'erba aromatica buona e salutare

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

Torna su
TorinoToday è in caricamento